ANALISI DEL TERRENO

Per l’analisi del terreno sono stati effettuati dei carotaggi di diverse profondità: 3 da 20 metri, 5 da 10 metri e 5 da 3 metri.

La selezione dei punti ha tenuto conto oltre che della profondità e della posizione anche delle diverse tipologie dei terreni da analizzare, per poter garantire la maggior copertura assoluta dell’area.

Nell’area della discarica attorno al cratere naturale, si sono effettuati i buchi piu’ profondi per capire fin dove arriva l’immondizia. Nell’area piatta, le attività precedenti hanno rivelato la stratificazione del terreno: argilloso, calcareo e sabbioso.

In arancione sono segnalati i 3 punti selezionati per l’analisi dei metalli pesanti(uno per ogni diversa profondità): sono stati selezionati nell’area più sporca e quello a profondità più bassa nell’area già artificialmente scavata.

Il terreno è risultato pulito, non sono stati rilevate presenze di metalli o inquinanti da contaminare i lavori.

Per quanto riguarda le analisi dei metalli pesanti ci siamo affidati al laboratorio della Islamic University, il più rinomato all’interno della striscia. Nonostante ciò non siamo riusciti ad effettuare le analisi per gli elementi come il Bario e il Cromo perchè Israele non permette l’entrata nella Striscia di Gaza dei reagenti chimici di contrasto per realizzarle.