5×1000

HOME > Cosa puoi fare tu > 5×1000

ACS lavora in rete in un’ottica di cooperazione partecipata, affiancando e dando supporto a comunità e istituzioni locali. La filosofia sottesa alla nostra azione rifiuta l’approccio dell’aiuto occidentale esportato, per perseguire un obiettivo di sviluppo sinergico che mira alla progressiva indipendenza delle realtà locali.

Con il 5×1000 SCEGLI di dare il TUO supporto ai nostri PROGETTI

Inserisci il codice fiscale di ACS e la tua firma nella dichiarazione dei redditi (riquadro dedicato alle organizzazioni non lucrative di utilità sociale), il nostro numero è il seguente:

920 55 78 02 89

La tua scelta è importante.

Grazie.

 

 

 

ACS investe i contributi in iniziative a sostegno dei Progetti già in corso e nel finanziamento di nuove progettualità.
Un breve aggiornamento sugli sviluppi progettuali che tutti avete contribuito ad attuare:

In Palestina: il nostro impegno nel Paese continua con due importanti progetti avviati a luglio 2018 grazie ai finanziamenti della Cooperazione Italiana e con nuovi studi, iniziative e microprogetti volti a far fronte a situazioni di emergenza, nell’intenzione di ripristinare percorsi di dialogo e pace.

Il progetto GREEN HOPES GAZA (durata: 2018-2020) consiste nella riqualificazione sociale ed ambientale nei quartieri popolari Al Nada, Al Isba e Al Awada, al confine nord della Striscia di Gaza. Con la bonifica e il potenziamento di un’area di circa
12.500 m2, prevediamo la rivitalizzazione di un’area verde, con la realizzazione di alcuni campi sportivi, un parco giochi, spazi dedicati all’arte, un centro sociale ricreativo e uno spazio dedicato all’orticoltura, sul modello degli orti urbani. I destinatari sono soprattutto i giovani delle oltre 1.500 famiglie residenti intorno all’area, una popolazione di circa 12.500 persone, ma anche le donne e gli adulti potranno godere dello spazio verde per avviare delle esperienze comunitarie di autoproduzione agricola. Un’attenzione particolare è rivolta alle associazioni locali presenti che il progetto intende supportare e rafforzare attraverso lo start-up di micro e piccole. ACS è capofila del progetto, in partnership con CISS, Studio Azue e diversi partner locali (The Palestinian Fund for Employment and Social Protection, Aisha Association For Woman and Child Protection, Union of Agricultural Work Committees).

Il progetto PEACE STEPS (durata: 2018-2021) si rivolge a giovani e donne delle comunità beduine marginalizzate della Cisgiordania e Striscia di Gaza. L’azione mira a promuovere una crescita socio-economica attraverso la diffusione e il consolidamento di pratiche sostenibili e solidali. Gli investimenti sono indirizzati allo sviluppo della produzione e commercializzazione, anche a livello internazionale, nei settori agroalimentare ed artigianale, oltre che allo sviluppo di servizi sociali e turistici. Il modello cooperativistico è stato scelto dalla popolazione per favorire l’autosviluppo inclusivo e sostenibile, necessario a contrastare l’isolamento e le violazioni subite. Nel più ampio quadro del progetto, con capofila l’ONG Vento di Terra, si inserisce l’azione di ACS, per la realizzazione di alcune gelaterie sociali. L’attività economica-imprenditoriale integra valori di solidarietà ed equità non solo a livello di produzione di gelato, con l’uso di ingredienti basilari provenienti dai produttori ortofrutticoli e lattiero-caseari locali, ma anche a livello di distribuzione, venendo proposto il “gelato sospeso”, dando un piccolo contributo a chi non può permetterselo. Tra i partner, The Palestinian Fund for Employment and Social Protection for Workers, Bethlehem Fair Trade Artisans, Palestinian Woman Development Society.
Oltre alle numerose iniziative promosse nel Centro italiano per gli scambi culturali (Centro VIC) coordinato dalla nostra rappresentante Meri Calvelli, ACS è referente per il coordinamento in Palestina e partner di un Programma Erasmus, che vede lo scambio tra professori e studenti tra varie università palestinesi e l’Università di Siena.

In Italia: ACS è impegnata nel territorio del Comune di Padova e della Regione Veneto, nell’ambito di un programma di educazione allo sviluppo e alla cittadinanza globale, grazie a finanziamenti piccoli e grandi da parte tanto delle istituzioni locali quanto dell’Unione Europea.

Il progetto Global Issues Global Subjects (2017-2020) coinvolge una rete di 10 organizzazioni europee (10 Paesi) che si confrontano e collaborano insieme per informare/formare insegnanti delle scuole secondarie ad utilizzare un approccio interdisciplinare alle tematiche globali e di sviluppo sostenibile, incentrati sugli obiettivi dell’Agenda ONU 2030. Come partner italiano, le formatrici di ACS – in sinergia con Fondazione Fontana e il Word Social Agenda– coinvolgono e sensibilizzano indirettamente migliaia di studenti di scuole medie e superiori di Padova e provincia, che beneficiano dunque delle nuove sensibilità acquisite dagli insegnanti.

Nelle scuole partecipiamo anche al percorso della Regione Veneto “interventi regionali per la promozione dei diritti umani, la cultura di pace, la cooperazione allo sviluppo e la solidarietà” e del Comune di Padova “Padova, città della pace e dei diritti umani “ in ambito di educazione allo sviluppo.

Altre iniziative:
Con il Nazra Festival ACS propone cortometraggi sulla Palestina e crea occasioni di sensibilizzazione. Nel corso dell’anno ACS promuove inoltre incontri di dialogo e scambio che pongano l’attenzione sulla storia e attualità dei Balcani nel periodo di post conflitto ed organizza corsi di serbo croato e gruppo di lettura (Balkan Book Club).
Supportiamo diverse iniziative nel territorio veneto promosse anche da altre associazioni e partecipiamo attivamente ai percorsi di riflessione e di coordinamento con i Tavoli Comunali e Regionali per le aree tematiche “pace e diritti umani” e “cooperazione internazionale”.
ACS è associata a AOI (Associazione delle ONG italiane) a livello nazionale.

 

Il 2019 per ACS è tempo di riorganizzazione con nuove idee e nuovi progetti ..
c’è posto anche per te!