WOW NATURE PER GHG

REGALA UN ALBERO A GAZA

Fai o fatti un regalo Climate Positive, capace di far bene al Pianeta e alle persone che lo abitano. Contribuisci a migliorare la vita agli abitanti della Striscia di Gaza!

PERCHÉ ADOTTARE UN ALBERO?

I motivi per regalare un albero sono tantissimi, eccone 3 da tenere a mente:

  • perché è un regalo #plasticfree #wastefree #covidfree;
  • perché combatte la crisi climatica e aumenta benessere e biodiversità;
  • perché con un solo click puoi inviare il tuo regalo in ogni parte del mondo!

PERCHÉ SCEGLIERE GLI ALBERI DI “GREEN HOPE GAZA”?

Green Hopes Gaza è un progetto di riqualificazione sociale e ambientale nei quartieri popolari al confine nord della Striscia di Gaza dove la comunità locale vive in un’area brutalmente colpita dai conflitti in cui si alternano palazzine danneggiate e macerie. Nella Striscia di Gaza Governatorato Nord (Beit Hanoun – Beit Lahya), tra i Quartieri Al Nada, Al Isba e Al Awada (clicca qui per geolocalizzazione) sorgeva una discarica ed è proprio qui che il progetto prende vita, in un’area in cui la popolazione locale è rassegnata a non avere un luogo dove poter vivere e sognare: ACS ha deciso di creare un centro di aggregazione, uno spazio comune, sano e sostenibile in cui ritrovarsi. Green Hopes Gaza sta ridisegnando lo spazio pubblico attraverso un processo partecipativo che ha condotto alla progettazione di aree verdi, una serra didattica, un centro multifunzionale, campi sportivi e molto altro.

Un progetto inclusivo in grado di sviluppare l’economia, la socialità e l’ambiente del territorio che la ospita. Il progetto è sostenuto dall’Agenzia Italiana Cooperazione allo Sviluppo con partners italiani e locali (CISS Cooperazione Italiana Sud Sud, Association for Woman and Child Protection -AISHA, Union of Agricultural Work Commitees – UAWC, Palestinian Fund for Employment and Social Protection, Centro italiano di Scambi Culturali – VIK, Clinica di salute mentale di Beit Hanoun, Gaza Circus School, Bar Wolf Team -gruppo di discipline atletiche corporee, Freedom Skaters, Comitati di Quartiere di Al Nada, Al Isba e Al Awada, Parkour team.

Visita www.acs-italia.it/GHG; https://www.facebook.com/GreenHopesGaza/

WOWnature (iniziativa realizzata da Etifor, spin-off dell’Università di Padova e socio di Banca Etica) ha deciso di collaborare al progetto creando una pagina web dedicata a Gaza dove persone, aziende ed enti possono sostenere le attività di riforestazione del progetto adottando un albero. I sostenitori riceveranno un certificato di adozione illustrato e potranno seguire il proprio albero crescere.

Puoi contribuire anche tu alla nascita di quest’area verde adottando un ulivo, un fico, un cipresso o un pioppo su wownature.eu/gaza!

COME?

-Acquista il tuo albero su WOW NATURE.. scegli l’albero e paga online

– fai un bonifico ad ACS indicando “erogazione liberale-un albero per Gaza” – IBAN: IT49I0501812101000011000072 e segnalaci via mail la tua donazione.

Noi, gli abitanti della Striscia di Gaza e il Pianeta, ti ringrazieremo!

 

TEMPI E MODI DI IMPLEMENTAZIONE DELL’AREA VERDE

A partire dalla prima metà di febbraio 2020 sono partiti i lavori di piantumazione.

Lungo tutto il confine del parco sono stati piantati gli olivi, una specie a crescita veloce e molto grande, che assicurerà maggiore tranquillità e riservatezza a donne e bambini. Olivi, datteri e fichi assicureranno anche un reddito da fruttificazione che verrà reinvestito nella manutenzione del verde e dei manufatti del parco e andrà a coprire le spese di gestione. I diversi tipi di piante saranno messe a dimora (tra novembre 2020 e gennaio 2021) per creare un tappeto verde, alcune di queste sono di tipo anti-erosivo e saranno piantate nelle pendenze più ripide, per evitare il dilavamento del terreno a causa di pioggia e/o siccità. Le piante scelte hanno diversi periodi di fioritura e daranno colore e bellezza al parco in tutte le stagioni.

OBIETTIVI E PREVISIONI

Inizio lavori di piantumazione: metà febbraio 2020.

1° foto appena piantati

2° foto ottobre2020

I tempi saranno guidati dalle condizioni metereologiche che devono essere favorevoli alla piantumazione e sono stati dilatati per il lockdown a causa del Covid19.

Tra novembre 2020 e gennaio 2021 prevediamo di concludere la fase di piantumazione.  Primi redditi da frutti (olive, fichi, datteri) previsti per il 2022

BENEFICIARI

I destinatari sono soprattutto i giovani delle oltre 1.500 famiglie residenti intorno all’area, una popolazione di circa 12.500 persone, ma anche donne e adulti potranno godere dello spazio verde pubblico per avviare delle esperienze comunitarie di autoproduzione agricola. Un’attenzione particolare è rivolta alle associazioni locali presenti che il progetto intende supportare e rafforzare attraverso lo start-up di micro-attività.

La gestione del parco sarà affidata, dalla Municipalità di Beit Lahya, al Comitato di Gestione formato da rappresentanti dei gruppi di beneficiari coinvolti: gli abitanti del quartiere, le squadre sportive, le associazioni del quartiere, i giovani interessati a svolgere attività economiche nel parco o nelle aree attigue.

 

PREVISIONE DI SPESA DELL’AREA VERDE: 9500 euro complessivi (acquisto alberi, arbusti, piante erbacee, fiori e messa a dimora)